Incidente stradale con feriti

Le statistiche indicano che ogni anno in Italia si verificano migliaia di sinistri stradali con lesioni. Per questo è importante sapere che cosa fare e quali sono i doveri ed i diritti di chi rimane coinvolto in un incidente stradale con feriti.

Cosa fare in caso di incidente stradale con feriti?

Anzitutto bisogna ricordare che in caso di incidente stradale con feriti, a prescindere dalla gravità delle lesioni e dalla responsabilità del sinistro, è sempre obbligatorio prestare soccorso ed assistenza.

Ciò tuttavia non significa che si debbano mettere in atto manovre ed operazioni di competenza dei sanitari, in quanto se compiute da personale non specializzato potrebbero aggravare le condizioni di salute dei feriti.

Al contrario, è assolutamente doveroso chiamare i soccorsi tramite il 118 e/o il numero unico di emergenza 112, indicando luogo dell’incidente, la tipologia ed il numero di veicoli coinvolti nel sinistro, il numero di persone ferite e la gravità delle lesioni riportate.

Bisogna ricordare che non prestare soccorso ai feriti in caso di incidente stradale costituisce un comportamento penalmente rilevante (omissione di soccorso ai sensi dell’art. 593 del Codice penale). 

In attesa dell’arrivo dei soccorsi, è fondamentale segnalare agli altri veicoli in transito la presenza dell’incidente, posizionando il triangolo di emergenza a distanza di sicurezza. 

Ciò è importante soprattutto se a causa dell’incidente vi siano ostacoli sulla carreggiata che possano mettere in pericolo i feriti e/o gli altri veicoli che sopraggiungono sul luogo del sinistro. Va ricordato, inoltre, di indossare sempre il giubbino catarifrangente prima di uscire dal veicolo.

In caso di incidente con feriti, soprattutto se gravi, non bisogna spostare i veicoli fino all’arrivo dei soccorsi.

E’ sempre consigliato scattare delle foto sul luogo del sinistro e, se presenti, raccogliere i dati anagrafici e le dichiarazioni dei testimoni.  

Che cosa fare dopo l'incidente?

Dopo la “fase critica” del sinistro, si apre quella della valutazione delle conseguenze e, in particolare, del risarcimento dei danni subiti.

In primo luogo, occorre denunciare al più presto il sinistro alla propria assicurazione (possibilmente entro 3 giorni dall’incidente).

Dopo la denuncia del sinistro, si procede con la richiesta di risarcimento dei danni attraverso uno dei seguenti procedimenti:

A) Procedimento di indennizzo diretto (art. 149 del Codice delle Assicurazioni-CdA). In questo caso la richiesta di risarcimento dovrà essere rivolta direttamente alla propria assicurazione.

L'indennizzo diretto si applica in presenza dei seguenti presupposti:

  • l’incidente stradale deve essere avvenuto in Italia
  • non devono essere coinvolti nel sinistro più di 2 veicoli, i quali devono essere assicurati con compagnie che abbiano aderito alla Convenzione CARD
  • i veicoli devono essere identificati ed immatricolati in Italia
  • in caso di incidente con feriti, i conducenti non devono aver riportato lesioni fisiche gravi e quindi superiori al 9% di invalidità permanente (c.d. lesioni micropermanenti)

B) Procedimento ordinario (art. 148  CdA). In tutti gli altri casi la richiesta di risarcimento danni dovrà essere inviata alla Compagnia di assicurazione del responsabile del sinistro.

In ogni caso è fondamentale documentare tutti i danni subiti, sia patrimoniali che non patrimoniali. 

I tempi del risarcimento in caso di incidente stradale con feriti.

In caso di sinistro con feriti l’assicurazione ha a disposizione 90 giorni di tempo per formulare la proposta di risarcimento. Tale termine decorre dalla ricezione della documentazione necessaria ai fini della valutazione del sinistro ed i relativi danni, così come previsto dall’art. 148 CdA.

Tuttavia, bisogna ricordare che per valutare il danno fisico conseguente ad un sinistro stradale occorre attendere la guarigione. Solo in tale momento, infatti, sarà possibile valutare gli eventuali postumi permanenti e calcolare la percentuale di invalidità.

A tal fine, dopo la comunicazione della chiusura dell'infortunio, la compagnia assicurativa contatterà il danneggiato per sottoporlo ad una visita medico-legale da parte di un proprio fiduciario. In tale occasione, il danneggiato dovrà presentare tutta la documentazione sanitaria relativa al sinistro nonché le ricevute delle prestazioni mediche eseguite e dei farmaci acquistati. Dopo la visita, il consulente medico dell'assicurazione redigerà una relazione in cui fornirà una valutazione dei danni fisici permanenti e temporanei riportati dal danneggiato e della congruità delle spese mediche.

E' altamente consigliato sottoporsi alla visita di un medico-legale o specialista di fiducia per dotarsi di una perizia di parte con la quale sarà possibile confrontare, ed eventualmente contrastare, le valutazioni effettuate dal medico fiduciario dell’assicurazione. In questo modo si eviterà il rischio di accettare offerte risarcitorie per danni fisici sottostimati dalla compagnia di assicurazione.

Avvocato per incidente stradale - Risarcimento danni incidente stradale con feriti

e desideri ricevere una consulenza legale gratuita sul risarcimento danni fisici a seguito di incidente stradale, puoi contattarci tramite:

Entrerai in contatto con un avvocato esperto in incidenti stradali che ti ascolterà e consiglierà la migliore procedura per ottenere il giusto risarcimento di tutti i danni subiti a causa dell'incidente stradale.

Sportello

Risarcimento

Consulenza ed assistenza legale per incidenti stradali con lesioni.
Valutazione dei casi gratuita e nessuna spesa da anticipare.
ANALISI GRATUITA
Privacy Policy
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram